Il 5G continua i suoi lenti progressi, nonostante i titoli scintillanti che anticipano che presto sarà una realtà. Tutto indica che mancano ancora anni in cui molti di noi potremmo godere dei suoi evidenti vantaggi, anche se nelle nuove città e in alcune aree altamente popolate la nuova tecnologia 5G sarà disponibile molto prima. Le organizzazioni più innovative attendono con ansia il momento, perché buona parte dei loro piani di trasformazione richiedono tecnologia di questa qualità.

Grandi operatori come Verizon, AT&T, Sprint o T-Mobile stanno già offrendo 5G in alcuni centri urbani degli Stati Uniti per i suoi ovvi vantaggi: velocità di trasmissione dati esponenzialmente più elevata, maggiore capacità del dispositivo e maggiore produttività personale. Tuttavia, le aziende sono ancora lontane dall’essere in grado di sostituire le loro attuali infrastrutture con piattaforme 5G che, tra altri vantaggi, consentiranno loro di raccogliere e analizzare i dati dei clienti in tempo quasi reale.

La bassa velocità delle trasmissioni attuali in aree altamente popolate sarà un problema del passato quando arriverà la tecnologia 5G, che consente di navigare sul Web, scaricare file e persino trasmettere video a velocità vertiginose. Grazie a queste funzionalità, le normali attività di un computer possono essere eseguite da qualsiasi smartphone, che vedrà anche le sue caratteristiche e funzionalità migliorate.

Le reti 5G operano a frequenze diverse inferiori a 6 GHz, che offrono velocità da 506,1 Mbps a 47 Mbps. L’alta velocità delle frequenze più alte ha lo svantaggio di corto raggio e di non evitare ostacoli come muri o edifici, che forza i dispositivi ad essere vicini al nodo 5G per raccogliere un segnale. Questo non è un problema nei grandi centri urbani, dove è possibile posizionare innumerevoli punti di accesso, ma nelle aree rurali o meno popolate non sarà praticabile, a meno che non vengano combinate le frequenze alte, medie e basse.

Le previsioni dei principali operatori mobili è di completare la copertura del 5G in tutte le città degli Stati Uniti in un breve periodo di tempo, sebbene ci sia una corsa mondiale per vedere chi lancia prima la nuova tecnologia wireless, offrendo servizi e soluzioni che permettono di anticipare la concorrenza.

Soluzioni che, almeno nel concetto, hanno già attirato l’attenzione di specialisti, come la piattaforma di produttività basata sulla realtà aumentata (AR) presentata dall’azienda Ario, che migliora la sicurezza e l’efficienza sul posto di lavoro partendo dalla capacità  e larghezza di banda 5G per migliorare le prestazioni della piattaforma, con connettività avanzata e riconoscimento delle immagini.

Altre aziende imprenditoriali stanno sfruttando un modello 3D per accedere ai contenuti e facilitare l’interazione sociale nella realtà virtuale, in una configurazione multiutente che consente l’accesso alle informazioni in tempo reale. Oppure stanno generando dati di immagini 3D per addestrare la visione del computer ad alte prestazioni e applicare la robotica alla loro gestione dell’inventario.

Queste innovazioni possono essere realizzate solo su reti ultraveloci, con ampia larghezza di banda e latenza minima, come il 5G, che consentono di creare esperienze veramente trasformative che rimodelleranno interi settori, aumentando l’efficienza aziendale, migliorando le esperienze immersive e risolvendo i problemi più comuni di molti clienti.

Sebbene sia ancora una tecnologia di rete che deve essere implementata in modo massiccio nei prossimi anni, i decisori nelle aziende dovrebbero conoscere in dettaglio i piani di implementazione di operatori e produttori di dispositivi, per valutare il momento migliore per fare il salto verso la prossima generazione mobile, che si sta già producendo nei principali laboratori di tutto il mondo.