Sebbene siamo ancora in una fase incipiente di declassamento e c’è ancora tempo per noi per tornare alla normalità, possiamo fare un resoconto della situazione finora e confermare che la maggior parte dei dirigenti aziendali, con il supporto dei loro responsabili IT, hanno reagito a tutte le fasi di questo processo come segue:

  • Sia per le PMI che per le multinazionali, la prima fase della risposta tattica consisteva nel proteggere i loro team – attraverso il telelavoro – e la sostenibilità dell’azienda stessa, garantendo un servizio minimo, che era una tregua fondamentale per i settori commerciale e sanitario.
  • La seconda fase è quella dell’anticipazione. Include la creazione di scenari e la preparazione di piani d’azione per preparare ogni tipo di eventualità, anche le più improbabili.
  • La terza fase, l’implementazione, è finalmente un periodo cruciale in cui vengono offerti nuovi servizi e prodotti ai clienti, le cui esigenze e aspettative, nonché le abitudini e i mezzi finanziari, sono stati colpiti.

Come chiariscono Marisa Felipe e Vinod Seetharaman nei rispettivi articoli THRIVE, la tecnologia è decisiva in questi tre momenti chiave. Ma le soluzioni digitali che hanno funzionato prima di COVID potrebbero non farlo necessariamente ora, poiché le circostanze generali sono cambiate, a seguito dell’epidemia,

Ad esempio, la gestione della catena di approvvigionamento globale verrà ripensata, per concentrarsi maggiormente su una dimensione nazionale. Anche la robotizzazione, che facilita l’allontanamento sociale sul posto di lavoro, dovrebbe aumentare in modo significativo. Allo stesso modo, le soluzioni di gestione della mobilità sicura e di e-commerce troveranno nuovi follower.

Attraverso i progetti a cui ho avuto l’opportunità di partecipare con i miei clienti quest’anno, è evidente che è iniziata la riflessione su questi cambiamenti, a partire da aprile 2020, sia da parte degli acquirenti che dei fornitori.

Questa riflessione è complicata dal fatto che ogni settore, o anche ogni agente economico, traccia un percorso per il futuro, a seconda delle sue debolezze o dei successi raggiunti durante la pandemia.

Una società farmaceutica focalizzata sulla ricerca del vaccino COVID-19 non avrà le stesse priorità di una compagnia aerea scossa dalle turbolenze nel suo settore.

Ma è chiaro che lo scenario è cambiato radicalmente, che devi reagire molto rapidamente e che il modo migliore per rispondere è collaborare con tutti per trovare le soluzioni digitali con cui affrontare il futuro.