Molte delle tecnologie più innovative non esistevano quando i leader IT attuali si sono formati. È necessario quindi aggiornare le proprie competenze. I più validi corsi online e 5 libri per ampliare la propria visione sul momento attuale.

Con l’aumento delle responsabilità, molti CIO e IT manager perdono un po’ il contatto diretto con l’evoluzione della tecnologia, finendo col mettere le mani direttamente più sui fogli Excel dei budget che sul codice o i sistemi operativi. Entro certi termini è abbastanza normale che sia così: i vertici premono per ridurre i costi e aumentare l’efficienza, e molti progetti digital ormai hanno come elemento propulsore funzioni aziendali diverse dall’IT, come marketing, risorse umane o produzione.

Nel frattempo, l’evoluzione tecnologica è sempre più veloce. Molte delle tecnologie di base che oggi abilitano l’innovazione sono nate o emerse con forza molti anni dopo che i vertici delle funzioni IT si sono formati. I big data e l’intelligenza artificiale come li intendiamo oggi, i container, la blockchain, il serverless computing, la Internet of Things e persino il cloud non erano nei piani di studio di molti dei dirigenti IT di oggi. Per non parlare poi delle applicazioni specifiche in cui queste tecnologie si riverberano, dal digital marketing al fintech.

Per mantenere la leadership tecnologica in azienda, o conquistare una posizione migliore altrove, è fondamentale riprendere contatto con quelle che oggi sono le tecnologie di frontiera. La buona notizia è che sono disponibili quantità enormi di testi, corsi e comunità di esperti da cui attingere, anche in modi più pratici e flessibili rispetto ai canonici corsi di aggiornamento e certificazione del passato.

A chi sicuramente non ha tempo da perdere, sconsigliamo la ricerca di video lezioni singole e tutorial su YouTube, se non per informazioni spicciole. Per acquisire competenze su argomenti più vasti, esistono siti che offrono corsi strutturati alla cui realizzazione collaborano anche importanti istituzioni universitarie, quando non ne sono le dirette promotrici.

Coursera per esempio ospita corsi dell’Università La Sapienza, oltre a molti altri istituti internazionali; l’MIT Open Courseware è un progetto del Massachusetts Institute of Technology; edX è stato fondato dall’Università di Harvard e MIT, ma ospita contenuti di oltre 130 diverse istituzioni, tra cui l’Università Federico II di Napoli; Udemy ha forse un livello più basso, ma offre corsi validi sui linguaggi di programmazione anche in Italiano.

Alcuni corsi possono essere affrontati nei tempi morti di una vacanza, mentre altri richiederanno più impegno, ed è bene programmarli per il rientro al lavoro. Nel frattempo, per orientarvi nelle tecnologie più importanti da approfondire e dare una visione più ampia al vostro lavoro, vi suggeriamo cinque libri stimolanti che ogni leader IT (e non solo) dovrebbe leggere. Eccoli.

Come funziona Google
(di Eric Schmidt e Jonathan Rosenberg, ed. Feltrinelli)

Il Presidente ed ex CEO di Google e il Senior VP per lo sviluppo dei prodotti parlano di come Google abbia costruito il suo successo, parlando di strategia, filosofia di management e cultura del lavoro. Una lettura stimolante per i leader di aziende di tutte le dimensioni.

The CIO Paradox
(di Martha Heller, ed. Bibliomotion)

Il lavoro dei CIO è guidato da necessità a volte contrastanti: sostenere l’innovazione ma contenendo i costi; focalizzarsi sulla strategia a lungo termine rimanendo concentrati sulle operazioni quotidiane. Il libro, scritto dalla fondatrice dell’agenzia di recruiting specializzata in dirigenti IT Heller Search Associates, descrive come operano queste forze contrapposte e offre risposte e soluzioni provenienti da interviste ai CIO di grandi aziende.

Machine, Platform, Crowd: Harnessing our Digital Future
(di Andrew McAfee and Erik Brynjolfsson, ed. W.W. Norton  Co)

Il libro, seguito ideale di “La nuova rivoluzione delle macchine”, pubblicato in Italia da Feltrinelli, fornisce una chiave di lettura del mondo moderno utile a chi voglia padroneggiare la trasformazione digitale. Gli autori, entrambi professori dell’MIT, identificano nelle tre forze principali che compongono titolo gli ingredienti necessari a questo processo.

The Phoenix Project
(di Gene Kim, Kevin Behr e George Spafford, ed. IT Revolution Press)

Gli autori usano la forma del romanzo, quasi del thriller, per raccontare le vicende di un’azienda bloccata da progetti IT elefantiaci che non giungono mai a conclusione, e di come gli i nostri eroi riescano a portare la compagnia fuori dalla palude utilizzando i paradigmi dello sviluppo Agile e della metodologia DevOps. Appassionante.

Infonomics: How to Monetise, Manage and Measure Information as an Asset for Competitive Advantage
(di Douglas B. Laney, ed. Routledge)

Si dice che i dati abbiano preso il posto dell’oro e del petrolio nel definire l’economia mondiale, ma quanto valgono davvero i dati raccolti o gestiti dalla vostra azienda? Questo libro offre una base teorica per determinare la rilevanza delle informazioni e il loro valore economico. Fornisce inoltre nuove idee framework per rendere le aziende più consapevoli del valore dei propri dati.

Nel frattempo, per rimanere informati sulle tecnologie più rilevanti per il business, seguite tutti gli aggiornamenti di THRIVE sui profili social di DXC.Technolgy su Twitter, LinkedIn e Facebook. Fateci sapere quali sono i libri più interessanti che avete letto recentemente, e dove vi rivolgete di solito per aggiornare le vostre competenze.