Si parla da qualche anno di trasformazione digitale, talvolta a sproposito e spesso citando esempi eclatanti ma poco appropriati come quelli di Uber o AirBnB, che sono startup nate digitali e non aziende che si devono trasformare, o fraintendendo l’ampiezza del cambiamento necessario.

Migliorare e automatizzare i processi esistenti con tecnologie digitali non implica necessariamente una trasformazione del business.Vendere in un negozio o attraverso un’ecommerce, o anche un’app, non cambia radicalmente il centro dell’attività a valore svolta dall’azienda. Cos’è quindi una “vera” trasformazione digitale, e quali caratteristiche deve avere?

Ecco i cinque tratti distintivi che secondo me identificano le aziende che stanno davvero abbracciando il digital non solo come abilitatore o facilitatore del “business as usual”, ma come base strategica per creare una nuova generazione di servizi.

Pensa all’essenza del tuo core business

Qual è la vera esigenza che la tua azienda è in grado di soddisfare, con capacità o strumenti che ti possono differenziare dalla concorrenza? Non limitarti alla prima e più semplice risposta. Pensa alle estreme conseguenze della tua azione.

Eni raffina e vende idrocarburi, una parte dei quali destinati al trasporto privato. È un settore che non cresce più ai ritmi di un tempo, soprattutto nelle grandi città, dove le famiglie possiedono meno auto e soprattutto i giovani si spostano con mezzi pubblici, biciclette o altri servizi. Non potendo più vendere semplicemente la benzina a questi consumatori, Eni ha creato attorno al suo prodotto (la benzina) il servizio Enjoy. Un servizio di car sharing basato su app mobile, conveniente ed efficace, potendo contare su condizioni di vantaggio sul costo del carburante.

Cerca un collegamento diretto e continuo con chi usa il tuo prodotto o servizio

Migliorare e automatizzare i processi esistenti con tecnologie digitali non implica necessariamente una trasformazione del business.

In passato le assicurazioni avevano un contatto diretto con i propri clienti solo in caso di incidente, e uno mediato dal venditore a ogni rinnovo. Ora numerose compagnie forniscono ai propri clienti app o dispositivi installati in auto che abilitano servizi avanzati per il consumatore (informazioni, segnalazioni di emergenza, assistenza nella gestione dei sinistri).

Parallelamente, la compagnia raccoglie dati utili ad avere stime del rischio sempre più precise e personalizzate e a limitare le frodi. Questi dati, abbinati o meno ai profili delle persone, possono avere un grande valore anche per altri settori (marketing, studi sulla mobilità…).

Misura ogni parametro, collega i dati, analizzali e poi prendi decisioni innovative

I dati che si raccolgono dalla relazione digitale diretta con i consumatori devono essere messi in relazione con tutti gli altri indicatori aziendali (KPI per redditività, efficienza dei processi, qualità della produzione, soddisfazione del cliente…) e usati per prendere decisioni che siano basate su fatti concreti per trasformare il servizio in modo unico e originale.

Kaeser Kompressoren era un produttore di compressori d’aria. Dotando i propri macchinari di sensori collegati in rete (Internet of Things), ha potuto raccogliere dati sul loro utilizzo negli impianti dei clienti, rilevando il grado di usura e i guasti in tempo reale, ed è ora in grado di identificare i segnali che evidenziano l’insorgenza di un guasto, o il superamento imminente di un limite di capacità.

Grazie a queste informazioni esclusive, ora Kaeser Kompressoren ad alcuni clienti non vende più il compressore o il servizio di manutenzione, ma fornisce direttamente l’aria compressa come servizio garantito. Prima ancora che il compressore si guasti, i suoi tecnici possono intervenire e sostituire le parti usurate, o apportare miglioramenti che rendano il processo più efficiente.

Crea processi, algoritmi e software che puoi controllare al 100%

La frase “ogni azienda è oggi un’azienda di software” circola da anni, e non è mai stata più appropriata. In un mondo dove si può essere leader del trasporto privato senza possedere una sola vettura o impiegare un solo autista (Uber), si può dominare il settore immobiliare e turistico senza  possedere una sola casa o camera d’albergo (AirBnB), ogni business è esposto all’attacco da parte di nuovi player provenienti dai settori più disparati. Cosa hanno in comune tutti questi nuovi predatori? Sviluppano il software che permette di creare valore attorno ad asset che non possiedono, in modo da poter far incontrare domanda e offerta e soddisfare bisogni in modo sicuro, pratico e affidabile.

Oltre a sviluppare il software, queste aziende si sono calibrate per funzionare internamente come un’azienda software, con frequenti cicli di sviluppo, test e rilascio. Una nuova funzione software abilita un nuovo servizio, che cambia l’offerta dell’azienda. E poi riparte daccapo.

Progetta un’architettura che sia scalabile per resilienza e costi

Il contatto diretto con milioni di clienti, raccogliendo e archiviando copiosi flussi di dati da ciascuno di essi, la capacità di elaborarli per estrarre informazioni significative, e fare il tutto con continui cicli di aggiornamento, richiede una infrastruttura solida, flessibile e in grado di scalare le proprie caratteristiche e i costi in modo lineare rispetto ai ricavi, altrimenti ci si condannerà a offrire esperienze non soddisfacenti, non riuscire a sfruttare appieno il potenziale dei dati raccolti, o a dover sostenere costi incompatibili con i ricavi.

Amazon un tempo era solo un buon servizio di ecommerce. Per migliorare il proprio servizio, ha creato una piattaforma software estremamente efficace e una infrastruttura cloud di proprietà, robusta e conveniente, che ora fornisce a terzi attraverso gli Amazon Web Services..

Non è necessario, né opportuno, cercare di trasformarsi in un fornitore cloud, ma l’esempio di Amazon indica quanto sia strategico appoggiarsi a un’infrastruttura che possa scalare per assorbire i picchi di carico, per poi ridimensionarsi nei periodi morti. Il cloud, e in particolare il cloud pubblico, è fortunatamente una tecnologia ormai alla portata di tutti.